L’Ecuador lancia Pegaso, satellite con livestreaming

L’Ecuador è conosciuta per i suoi  Patrimoni dell’Umanità (Unesco) e le sue Isole Galapagos, ma probabilmente nessuno di noi era a conoscenza che questo piccolo paese sudamericano vanta anche una agenzia spaziale. L’Agenzia spaziale civile ecuadoriana (EXA) è un’organizzazione no-profit, finanziata privatamente  da alcuni istituti nel 2007 per promuovere la ricerca e l’istruzione. Anche se non si può paragonare alle enormi agenzie spaziali degli Stati Uniti, Russia, Europa e Cina, EXA nel suo piccolo farà un pò di storia lanciando NEE-01 Pegaso, il primo satellite del paese.

Il team di ingegneri e il primo astronauta dell’Ecuador, Ronnie Nader (al centro), posare per un ritratto di famiglia con il Pegaso.

Progettato e costruito interamente in Ecuador, il piccolo satellite orbiterà a circa 400 miglia d’altezza sopra il nostro pianeta. Prendendo il nome dal cavallo alato dalla mitologia greca, Pegaso, il satellite verrà utilizzato per ricerche scientifiche, istruzione nonché per rilevare qualsiasi tipo di oggetti vicini alla Terra. La chicca del progetto è che la EXA ha collaborato con EarthCam ai fini di montare una telecamera che permetterà, agli utenti collegati dal web, una diretta streaming direttamente dal satellite. EarthCam è una società del New Jersey che fornisce contenuti e servizi webcam per le aziende e le agenzie governative ai fini di monitoraggio tramite la loro rete (Earthcam.com) di webcam in tutto il mondo.

Un esempio di ciò che i telespettatori potrebbe vedere in streaming tramite l’EarthCam a bordo del Pegaso.

Questo sistema permetterà presto di raggiungere anche lo spazio esterno alla già fornitissima lista di luoghi virtualmente visitiabili. Una volta che il satellite sarà in orbita, gli spettatori saranno in grado di accedere al sistema e visualizzare la Terra e oltre. Gli ufologi si stanno già sfregando le mani…