Raro allineamento stellare: Hubble alla ricerca di vita!

La Nasa ha annunciato che un imminente e raro allineamento stellare porterebbe a due grandi opportunità per il suo telescopio spaziale Hubble al fine di cercare, nei prossimi anni, pianeti alieni vicino alla nana rossa chiamata Proxima Centauri. La NASA è sempre stata entusiasta di trovare nuovi pianeti alieni delle dimensioni della Terra e questa che si presenta è senza dubbio un’occasione d’oro. L’allineamento accadrà in due sessioni: ottobre 2014 e febbraio 2016. Proxima Centauri è la stella più vicina alla Terra e durante il fenomeno sopra descritto la stella si sposterà davanti ad altre due. Questo è quanto previsto con tanto di date dal telescopio spaziale Hubble della NASA.

“La Traiettoria di Proxima Centauri offre una più che interessante opportunità per il suo strettissimo passaggio davanti alle due stelle”, ha detto Kailash Sahu (foto a fianco), astronomo dello Space Telescope Science Institute di Baltimora. Sahu guida un team di scienziati il ​​cui lavoro è stato presentato Lunedì scorso alla riunione dell’American Astronomical Society ad Indianapolis. Secondo il Northwestern College, anche se le nane rosse costituiscono oltre il 50 per cento delle stelle della Via Lattea, nemmeno una di loro è mai stata visibile ad occhio nudo dall’emisfero settentrionale. In passato gli scienziati avevano già provato a cercare pianeti intorno a Proxima Centauri, purtroppo sempre senza successo. Tuttavia essi sperano che questo raro allineamento stellare darà loro l’opportunità di individuare pianeti terrestri più piccoli, sempre se esistano, utilizzando microlenti gravitazionali (effetto Microlensing). La NASA afferma che questo effetto microlensing li aiuterà a misurare con precisione la massa di Proxima Centauri, che a sua volta li aiuterà a capire il diametro, temperatura, luminosità intrinseca e longevità della nana rossa.

Proxima Centauri (dal latino Proxima, col significato di “prossima”, “la più vicina”), spesso abbreviata in Proxima, è una stella nana rossa di classe spettrale M5 Ve,posta a circa 4,2 anni luce in direzione della costellazione del Centauro; fu scoperta da Robert Innes, il direttore dell’Union Observatory, in Sudafrica, nel 1915. Probabilmente parte del sistema di α Centauri, è la stella più vicina al Sole.Grazie alla sua vicinanza, il suo diametro angolare può essere misurato direttamente; le misurazioni indicano che il suo raggio equivale a circa un settimo di quello solare.La massa equivale a circa un ottavo di quella solare, mentre la densità è 40 volte superiore a quella del Sole.