Ufo fotografato su Marte da Oppurtunity e Spirit

ufo-sonde-marte

Questa incredibile foto è stata scatta dalle sonde Opportunity e Spirit sulla superficie di Marte. Mostra quello che sembrerebbe il classico Ufo di forma discoidale.  Come potete vedere voi stessi nel video qui sotto riportato, analizzando e delineando le forme dell’oggetto tutto sembra tranne che una roccia, evidenziando le forme di Ufo avvistati da milioni di persone in tutto il mondo e perfettamente noti alla casistica. La sonda Opportunity lo ha fotografato da più vicino mentre Spirit ha una inquadratura leggermente più distante e più in alto (nel video i riferimenti alle foto ufficiali Nasa).

Siamo proprio curiosi di sapere quali saranno le prime ipotesi che ovviamente negheranno che si tratti di un oggetto non terrestre su suolo marziano. Super roccia che grazie alle ombre e ad un incredibile coincidenza ha le stesse fattezze di un Ufo? Solo il tempo ce lo dirà…

 

  • Spirit
  • Opportunity
Spirit è il primo dei due rover gemelli della NASA giunti su Marte nel mese di gennaio 2004. Le specifiche del rover prevedevano che esso avrebbe funzionato per almeno novanta giorni. Tali specifiche sono state ampiamente superate e Spirit ha continuato a marciare sul suolo marziano per tutto il 2006. In data 4 gennaio 2010 il rover Spirit ha “festeggiato” i 6 anni di lavoro sulla superficie marziana, dimostrando una incredibile resistenza alle intemperie climatiche che si verificano sul pianeta. È possibile visualizzare il percorso effettuato dall’inizio della missione fino ad ora dalla apposita pagina sul sito ufficiale della missione. Dal 22 marzo 2010 non si hanno più contatti con il rover. Il team della NASA è rimasto in ascolto per mesi di eventuali segnali che possano segnalare che il rover sia ancora attivo, fino al 25 maggio 2011, data in cui la missione è stata dichiarata ufficialmente conclusa.
Opportunity è il rover gemello di Spirit che ha raggiunto Marte il 25 gennaio 2004 alle 05:05 UTC, tre settimane dopo Spirit, atterrando dall’altra parte del pianeta. Il successo della missione ha causato l’allungamento della durata di ben venticinque volte la stessa, che è tuttora operativa (2013). Nel sito NASA/JPL si possono trovare aggiornamenti settimanali sullo svolgimento della missione. Il 19 maggio 2010 ha superato il record di “longevità” delle missioni su Marte, sino ad allora detenuto dalla sonda Viking 1 con 6 anni e 116 giorni (2245 sol, cioè giorni marziani); ad oggi è pertanto la missione di più lunga operatività sul Pianeta Rosso. La durata prevista della missione primaria di Opportunity era di 90 sol e dopo diverse estensioni ha superato il sol 2300. Opportunity ha completato la prevista missione iniziale di 90 sol, ha scoperto il primo meteorite caduto su un altro pianeta (Heat Shield Rock), ha analizzato per due anni il cratere Victoria, è fortunosamente sopravvissuto a tempeste di polvere che rischiavano di interrompere la sua attività nel 2007. Nel 2008 ha quindi iniziato a dirigersi verso il cratere Endeavour che ha raggiunto nell’estate 2011.